PilatesParma.net: il tuo corpo come non lo hai mai visto


Pubblicato il 23 Marzo 2020 da ProntoPro

In 10 lezioni sentirai la differenza, in 20 lezioni vedrai la differenza, in 30 lezioni avrai un corpo completamente nuovo.

La salute si sa è importantissima, ma spesso non facciamo troppo caso a quel dolorino di qua, o quello di là.

E poi, se il problema persiste, prendere le medicine è d’obbligo, così il dolore se ne va e tutto è risolto.

Sembra facile vero?!

Purtroppo non è così semplice, bisogna stare molto attenti a ciò che il corpo ci “dice”.

Tutti i piccoli/grandi dolori che ci fa sentire sono segnali di qualcosa che non funziona bene come prima, e le medicine sono soltanto un palliativo, una “pezza” se vogliamo, che non affronta il problema alla radice.

Per darci un grande aiuto con questi squilibri del corpo possiamo usare la tecnica  Pilates, una ginnastica posturale eseguita a corpo libero o con attrezzi speciali, che insegna a percepire il corpo e i propri movimenti con maggiore consapevolezza, per prevenire e correggere eventuali squilibri o semplicemente per muoversi in modo più armonico.

L’obiettivo del suo inventore J. Pilates, era appunto quello di rendere le persone consapevoli di sé stesse, del proprio corpo e della propria mente per unirli in una singola, dinamica e funzionante entità.

Simona Famiglietti, fondatrice di Line Studio Pilates e del blog PilatesParma.net ci spiega come il pilates, appunto, può essere di estremo aiuto nella risoluzione di complicanze fisiche che possono debilitare piano piano la tranquillità delle nostre giornate.

Vedo la tua curiosità crescere sempre di più, prima di approfondire, seguimi nella lettura, Simona ci racconta un po di più della sua vita.

“Durante la prima adolescenza ho studiato danza.

Mi sono poi iscritta al corso di laurea in Scienze delle Attività motorie, conseguendo la Laurea specialistica con il massimo dei voti, e contemporaneamente frequentato numerosi workshop e corsi di formazione.

Ho insegnato per diversi anni fitness, dai corsi di aerobica e step a quelli di total body, dal body pump all’acqua fitness, prima di accostarmi nel 2008, alla tecnica Pilates.

Ho subito desiderato di farne il mio percorso professionale.

Ho aperto così il mio studio nel 2012, dopo aver maturato un’esperienza decennale nell’ambito dell’insegnamento.

Lo studio, in contrapposizione alle grandi palestre affollate e caotiche, nasce con l’idea di una piccola Boutique, un luogo dove la cura per l’ambiente e i dettagli, le classi piccole e l’attenzione sul cliente favoriscono un clima intimo, di accoglienza e di relax.”

Simona ci spiega la differenza tra il pilates matwork e quello con i macchinari

Le macchine sono molto versatili e ciò le rende adatte sia ai principianti che alle classi più avanzate. Con le loro molle che offrono resistenza/assistenza, garantiscono un allenamento agevole, sicuro ed efficace e al tempo stesso permettono di creare workout vari, stimolanti e divertenti capaci di entusiasmare e gratificare. In un’unica seduta consentono di lavorare sulla forza, sulla resistenza e sulla flessibilità, migliorando la consapevolezza e la padronanza del corpo”.

Ci spiega che il pilates matwork, quello eseguito su tappetino, a corpo libero o con l’ausilio dei piccoli attrezzi, è la parte più difficile del metodo, perché ci si muove senza alcun supporto e guida.

Richiede concentrazione e sviluppa controllo e propriocettivita’. Consente di lavorare sull’equilibrio e sulla coordinazione e permette un lavoro muscolare molto intenso, perché ci si muove contro la forza di gravità. 

L’Immediatezza degli esercizi e i recuperi minimi tra le serie garantiscono continuità e fluidità e permettono di incorporare l’allenamento aerobico in quello di resistenza.

La possibilità di eseguire movimenti su più piani di movimento contemporaneamente e di sfruttare gli spazi consente la creazione di divertenti sequenze di esercizi.

Un altro grande vantaggio è quello di lavorare in gruppo: la condivisione dell’allenamento crea senso di comunità e da una spinta motivazionale che aiuta ad affrontare meglio la fatica e a rendere la lezione stimolante e divertente.”

Secondo Simona, le caratteristiche che definiscono un buon allenamento di pilates, a corpo libero o con i macchinari, sono sicuramente controllo, precisione, fluidità.

Per ottenere il massimo beneficio dagli esercizi, nessun movimento deve essere casuale, ma controllato totalmente. Massima enfasi alla precisione degli esercizi, poiché conta la qualità e non la quantità: maggiore è la precisione con cui eseguiamo un esercizio, maggiore il beneficio che ne traiamo. Inoltre in ogni movimento deve esserci armonia, grazia, fluidità.”

Simona affronta ogni giorno nuove sfide e non smette mai di aggiornarsi e appassionarsi.

Trattandosi di un metodo versatile ed adattabile a chiunque, infatti, le competenze a lei richieste sono davvero molte. Applica il Pilates per le disfunzioni posturali, per la preparazione atletica, le malattie metaboliche, il recupero post-infortunio, il rimodellamento corporeo, e persino per i problemi neurologici.

La passione per questa disciplina, la voglia di trasferirla agli altri, di insegnare alle persone ad esprimersi e provare emozioni attraverso il movimento e il desiderio di aiutarle a sentirsi bene nel proprio corpo per migliorare il rapporto con sé stessi e gli altri, è il motore che spinge Simona a svolgere questa attività con costanza e dedizione. Per concludere con una citazione di J. Pilates:

Ciò che conta non è ciò che fai, ma come lo fai”.

https://www.prontopro.it/blog/pilatesparma-net-il-tuo-corpo-come-non-lo-hai-mai-visto/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *